Chi era A. GILL ? Stampa
Scritto da Administrator   

 

        " Armando GILL "                          Armando GILL

 

 

GILL, pseudonimo di Michele Testa, è riconosciuto da tutti i critici come il primo cantautore in Italia, cioè il primo a scrivere i versi, la musica e a cantare i suoi brani sia in italiano che in napoletano:          

 

                               quindi un vero “CHANSONNIER!”

 

Egli usò lo pseudonimo per nascondere la sua passione per la musica e per il teatro al padre che lo voleva a tutti i costi laureato in giurisprudenza!

Quando si presentava sul palco annunciava agli spettatori il titolo della canzone in questo modo: ”Allora, signori e signori ….... versi di ….... Armando, musica ... di .... Gill ...... canta ……ARMANDO GILL:”

La sua verve di autore e chansonnier durò un trentennio, ma la produzione migliore si nota dal 1917 con (Nun sò geluso) al 1926 con (Palomma) e con (E allora)...

In questo decennio ancora “’E quatt’ ‘e maggio --- “’O zampognaro nnammurato --- Bella ca bella sì! --- Attenti alle donne! --- Surdato --- in lingua italiana da ricordare "Come pioveva" e Canti nuovi!

Per la prima fu portata avanti un’eccezionale campagna pubblicitaria, per quei tempi: viene affisso un manifesto con un ombrello e senza alcuna scritta per tutta la città di Napoli!

Si deve anche sapere che A. Gill, oltre a far parte del coro del Teatro S. Carlo, spesso partecipava come comparsa nelle varie Rappresentazioni: infatti  era alto, un bell’uomo, sempre col pastrano, bastone, bombetta e monocolo!

 

 

Vai a: " Domenico ricorda ... "